Particelle nell’olio

Particelle nell’olio

Le particelle solide sono la causa più frequente di guasti e anomalie nel sistema di lubrificazione.

Si può evitare quasi il 100% di tutti i problemi connessi alle impurità dell’olio e altri fluidi lubrificanti.

Non si può evitare la contaminazione di particelle ma può la si può limitare. Le particelle solide sono per es. particelle di polvere, sabbia, metalli e plastica che giungono dall’esterno nel sistema di lubrificazione o che possono formarsi anche all’interno del sistema stesso:

  • Produzione / montaggio
  • Olio nuovo
  • Procedure di rabbocco
  • Ambiente
  • Esercizio / usura
  • Manutenzione e riparazione
  • Ventilazione

Alcune misurazioni come il test MacPherson mostrano chiaramente che soprattutto le particelle < 5 µm possono avere un effetto molto dannoso sui componenti del sistema. Proprio la concentrazione di tali particelle sottili nell’olio è molto elevata. Nei sistemi di lubrificazione mediamente sollecitati è presente la seguente suddivisione delle particelle:

  • ca. il 75 % delle particelle è compreso tra 1 – 5 µm
  • ca. il 15 % delle particelle è compreso tra 5 – 10 µm
  • ca. il 10 % delle particelle è compreso tra > 10 µm

La circolazione di particelle nel sistema di lubrificazione genera altre particelle, per cui si scatena una reazione a catena in termini di usura!

LE TIPOLGIE DI USURA PIÙ COMUNI PROVOCATE DALLA PRESENZA DI PARTICELLE NELL’OLIO

EFFETO SABBIATURA
Le particelle sottili presenti negli oli che scorrono rapidamente si posano sulle superfici o sui bordi di controllo e provocano la rottura di altri componenti.
Effetto Sabbiatura
ABRASIONE
Le particelle dure tra le parti  mobili danneggiano la superficie con conseguente perdita di materiale.
Usura abrasione
USURA DA FATICA
Le particelle dure s’incastrano tra le parti mobili. Si formano delle micro-fratture superficiali che in presenza di sollecitazione si allargano e provocano dei guasti in superficie.
Usura di fatica
DECOMPOSIZIONE DELL’ADDITIVO E INVECCHIAMENTO DELL’OLIO
Una quantità elevata di particelle riduce il contenuto di additivo. In particolare le particelle provocate dall’usura del ferro, del rame e dell’alluminio accelerano l’invecchiamento o la disgregazione dell’olio. Entrambe le situazioni influiscono sulle proprietà e sulla durata dell’olio.

SOLUZIONE

  • Per la rimozione di particelle, acqua, prodotti di invecchiamento nell’olio e acidi da oli –
    usare Filtri Fine CJC
  • Per la rimozione di particelle, acqua e prodotti di incecchiamento nell’olio da combustibili –
    usare Filtri Separatori CJC

Karberg & Hennemann srl
Via Baccelli, 44
41126 Modena
ITALIA

Phone: +39 059 29 29 498

Fax: +39 059 29 29 506

Web: www.cjc.it

Contatta





TOP DOWNLOADS